L’INAIL ha rilevato nel periodo Gennaio-Settembre 2015 un aumento del numero dei lavoratori deceduti per infortunio del 13,5% rispetto all’anno precedente ed in controtendenza rispetto alla riduzione registratasi dal 2002 al 2014. Da qui la proposta di istituire una Giornata della memoria vittime incidenti sul lavoro.

12 Giugno: giornata della memoria vittime incidenti sul lavoro

L’incremento registrato nel periodo Gennaio-Settembre 2015 è stato pari a 102 decessi rispetto al 2014.

“La situazione – ricordano sempre i deputati autori della proposta alla Camera – si mostra ancora più grave prendendo in considerazione l’altissimo numero di infortuni non mortali sul lavoro, che producono invalidità gravi e gravissime”.

Una situazione che richiede il rispetto e l’eventuale miglioramento delle normative susseguitesi negli anni, ma anche informazione e conoscenza per lavoratori e datori, per ridurre infortuni e i rischi sulla salute.

Da qui la proposta di istituire una Giornata della memoria delle vittime del lavoro, per ricordare quanti sono morti, nella convinzione che ciò porterà a una crescita di consapevolezza e di informazione sulla sicurezza e sulla prevenzione dei pericoli nel mondo del lavoro.