Obblighi relativi al controllo di macchine e attrezzature applicazione su apparecchi di sollevamento di tipo fisso

Autore: Michele Piscino
Fonte: INAIL

controllo di macchine e attrezzature

La normativa vigente in materia di sicurezza impone al Datore di Lavoro di fornire ai propri lavoratori strumenti (siano essi impianti, macchine o attrezzature) rispondenti a precise norme, con l’obiettivo di gestione l’utilizzo tutelandone al tempo stesso la salute e l’integrità fisica.

Si propone in questa sede un documento messo a punto da INAIL per la gestione dei controlli degli apparecchi di sollevamento materiali di tipo fisso (quali ad esempio il carro ponte, apparecchio particolarmente diffuso negli ambienti industriali).

Il documento, come indicato in premessa, “si propone di offrire utili indicazioni a carattere volontario al Datore di Lavoro per garantire gli interventi di controllo, non straordinari (cfr. art. 71 comma 8 lett. b) punto 2) del Dlgs 81/08) da condurre, secondo frequenze prestabilite, ad opera di personale formato, competente ed informato, per assicurare la permanenza nel tempo dei requisiti di sicurezza e garantire un uso ininterrotto dell’attrezzatura, ove la documentazione del fabbricante a corredo dell’apparecchio di sollevamento ovvero dell’accessorio di sollevamento utilizzato risulti non disponibile”.

Nella schede vengono individuate:

  • le attrezzature normalmente soggette
  • le figure coinvolte nelle attività di controllo
  • le tipologie di controllo da effettuare

INAIL mette a disposizione una check-list che riassume, per ciascuna delle figure coinvolte nei controlli individuati nelle schede, le ispezioni suddivise in base alla periodicità con le quali sono effettuate (giornaliere, frequenti, periodiche).

Analogamente, sul sito INAIL è possibile recuperare piani di controllo similari per altre tipologie di attrezzature di sollevamento (di tipo mobile, di tipo trasferibile).