Domande frequenti – Dicembre 2015

DOMANDA

La riunione periodica per la sicurezza, deve essere verbalizzata?

RISPOSTA

La riunione periodica ai sensi dell’art. 35 del Dlgs 81/08 deve essere fatta annualmente nelle aziende con più di 15 lavoratori, può essere richiesta dal rappresentante dei lavoratori per la sicurezza nelle aziende con meno di  lavoratori.

Vi partecipano :

  • Datore di lavoro;
  • Responsabile del servizio di prevenzione e protezione;
  • Medico competente:
  • Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Devono essere trattati, almeno, gli argomenti obbligatori, e deve essere verbalizzata.

DOMANDA

La formazione del RLS può essere fatta in modalità E-learning?

RISPOSTA

Si, le modalità della formazione on-line sono descritte nell’Accordo Stato Regioni del 21-12-2011.

DOMANDE

Nel caso in cui in azienda avvenga un’ ispezione da parte degli organi di vigilanza, il RLS deve essere contattato?

RISPOSTA

E’ buona prassi che il RLS venga avvisato nel caso in cui vi sia ispezione da parte degli organismi di vigilanza. Di norma, quando avviene un ispezione, gli organismi di vigilanza sentono i RLS, il quale formula eventuali osservazioni.

DOMANDA
A chi si può rivolgere un lavoratore quando viene violata una normativa di salute e sicurezza?

RISPOSTA

Deve rivolgersi e segnalare eventuali criticità in primis al Preposto, al Dirigente, al Datore di Lavoro, al Responsabile del servizio prevenzione e protezione (RSPP), e/o, se presente, all’Addetto al servizio prevenzione e protezione (ASPP) e Medico Competente, cioè tutte le figure responsabili della sicurezza nel luogo di lavoro.

Nel caso in cui, l’azienda non adotta contromisure atte ad eliminare o ridurre i rischi, il RLS può rivolgersi alle autorità competenti: A.S.L. (UOPSAL), Ispettorato del Lavoro, Vigili del Fuoco, INAIL, agenti di pubblica sicurezza/Carabinieri e anche alle categorie sindacali di riferimento.

[wpdm_package id=’17729′]