Domande frequenti – Novembre 2015

DOMANDA

In cosa consiste la formazione “16oreprima”?

RISPOSTA

È la formazione prevista, nel settore edile, per coloro che accedono per la prima volta in cantiere

Le “16oreprima” sono un’importante innovazione contrattuale introdotta nei Contratti Collettivi di Lavoro (Edili Industria, Edili Artigiani, Edili PMI, Edili Cooperative) sottoscritti nel periodo giugno-luglio 2008 e confermata il 16 dicembre 2011, con decorrenza dal 1° gennaio 2009.

DOMANDA

Quali controlli sono previsti per verificare l’assunzione di sostanze stupefacenti da parte dei lavoratori che ricoprono le mansioni previste dalla vigente normativa?

RISPOSTA

Per la verifica dell’idoneità alla mansione lavorativa dei lavoratori che esplicano mansioni per le quali sono previsti i controlli sanitari per l’assunzione di stupefacenti vengono effettuate le analisi di un campione urinario del lavoratore.

Il campione deve essere attribuito al lavoratore oltre ogni ragionevole dubbio.

DOMANDA

Entro quando deve essere utilizzato il congedo parentale?

RISPOSTA

Secondo le ultime indicazioni fornite dal Job Act il congedo parentale può essere utilizzato:

  • entro i primi 6 anni di età del bambino per un periodo massimo complessivo (madre e/o padre) di 6 mesi, l’indennità percepita sarà pari al 30% della retribuzione media giornaliera calcolata considerando la retribuzione del mese precedente l’inizio del periodo indennizzabile;
  • dai 6 anni e un giorno agli 8 anni di età del bambino, nel caso in cui i genitori non ne abbiano fruito nei primi 6 anni, o per la parte non fruita, il congedo verrà retribuito al 30% solo se il reddito individuale del genitore richiedente risulti inferiore a 2,5 volte l’importo annuo del trattamento minimo di pensione;
  • dagli 8 anni e un giorno ai 12 anni di età del bambino il congedo non è mai indennizzato.

DOMANDA

Il RLS può essere perseguito legalmente in merito al suo ruolo?

RISPOSTA

No, il RLS non può essere perseguito legalmente in merito al suo ruolo, nei confronti si applicano le stesse tutele previste dalla legge per le rappresentanze sindacali

DOMANDA

Il RLS può rifiutarsi di firmare il documento di valutazione dei rischi?

RISPOSTA

No, il RLS non può rifiutarsi, la sua firma attesta l’avvenuta consultazione dello stesso nel processo di valutazione dei rischi.

Può firmare il documento di valutazione dei rischi aggiungendo la dicitura “per presa visione”.

[wpdm_package id=’17718′]