L’approccio moderno alla prevenzione in materia di sicurezza sul lavoro è ormai universalmente orientato a riconoscere nell’elemento umano un ruolo fondamentale al fine di ottenere un risultato realmente efficace: la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali è possibile solo se esistono un adattamento e un equilibro reciproci tra uomo, macchina e ambiente.

La gestione dell’ elemento umano

Per quanto possa essere cambiato nel tempo il ruolo dell’uomo all’interno dei processi lavorativi, persiste la necessità di prendere decisioni e quindi di agire di conseguenza: una corretta gestione, un organizzazione funzionale, una informazione/formazione/addestramento efficace rendono quindi la risorsa un elemento attivo, coinvolto nell’approccio prevenzionistico e quindi non più un soggetto passivo destinato esclusivamente ad eseguire dei compiti.

Una recente pubblicazione dell’INAIL scaricabile qui entra nel merito della gestione dell’elemento umano in maniera approfondita e fornisce utili spunti per migliorare la propria realtà.

[wpdm_package id=’19255′]