Il Dlgs 626/94 e, successivamente, il Dlgs 81/08 prevede, per i lavoratori esposti agli agenti cancerogeni/mutageni, una serie di obblighi ben precisi atti a tutelarne la salute nel corso del tempo.

Uno di questi obblighi è l’istituzione, la tenuta e la trasmissione periodica di un registro attraverso il quale è possibile tracciare i dettagli legati a questa esposizione, consentendo nel tempo di valutare nel modo migliore questo rischio che è tra i più gravi e nello stesso tempo difficili da gestire.

La novità comunicata da INAIL attraverso la circolare n. 43 del 12/10/2017 è che è stato realizzato un servizio online per la trasmissione del “Registro di esposizione”, che è disponibile a partire dal 12 ottobre 2017 e utilizzabile in una prima fase da parte dei datori di lavoro titolari di Posizione assicurativa territoriale (Pat), mentre gli altri datori di lavoro pubblici e privati, comunque assoggettati al medesimo obbligo ove ne ricorrano i sopra richiamati presupposti, provvederanno all’inoltro dei dati afferenti al Registro di esposizione tramite Pec, utilizzando il modello disponibile sul sito istituzionale dell’Inail, nella sezione “Moduli e modelli – Ricerca e Tecnologia”.

Per maggiori dettagli si rimanda alla circolare di cui sopra, scaricabile qui.