Autore: Daniela Barona

 tasso alcolemico

Si avvicina la notte di San Silvestro e la tradizionale cena di Capodanno, il veglione che viene trascorso in allegria con parenti o amici ma che purtroppo troppo spesso può avere un finale poco di festa.

Capodanno è l’occasione in cui si ha la tendenza a brindare più che in qualsiasi altro giorno dell’anno. Spesso la vigilia viene trascorsa fuori casa e comporta dover guidare magari dopo un po’ troppi calici alzati. Abbiamo spesso la tendenza a sottovalutare gli effetti dell’alcol sulla guida ma… sappiamo veramente di cosa stiamo parlando?

L’alcol altera le funzioni sensitivo motorie e comportamentali, in particolare interferisce con:

  • il campo visivo: a seguito di assunzione di sostanze alcoliche insorgono disturbi alla vista a causa della riduzione della visione laterale e di una ridotta capacità di adattamento alla visione notturna, fino al 25%).
  • i tempi di reazione: si hanno difficoltà nella coordinazione dei movimenti con un sensibile aumento dei tempi di reazione e di conseguenza dei tempi per fare manovre e frenate, soprattutto nel caso si debba evitare un ostacolo o una situazione improvvisa
  • la capacità di concentrazione: crea uno stato di alterazione del proprio umore che può comportare eccesso di sicurezza ed euforia. Questa sensazione di “invincibilità” può portare ad assumere comportamenti azzardati ed esporsi a rischi che in altre situazioni non correremmo. L’assunzione di bevande alcoliche compromette inoltre le capacità di vigilanza e induce sonnolenza.

Di seguito viene riproposta una tabella descrittiva dei principali sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica:

 tasso alcolemico

Il Ministero ha elaborato e messo a disposizione delle tabelle con la stima delle quantità di bevande alcoliche che determinano il superamento del tasso alcolemico legale per la guida in stato di ebbrezza, ovvero 0.5 g/L, che tengono conto del sesso, peso, se l’ingestione è stata fatta a stomaco vuoto/pieno, il tipo di bevanda alcolica ingerita.

Per non incorrere in pesanti sanzioni o essere causa di incidenti stradali, il consiglio è quello di non bere se l’intenzione è quella di mettersi alla guida. Tante le alternative suggerite dalla rete:

scegliere bevande alternative come ad esempio il succo d’uva o di mela (simili d’aspetto al vino bianco) e quello di mirtillo (simile al rosso), vini analcolici ricavati dalla fermentazione del mosto e de alcolati per filtraggio, birre analcoliche.

E se sì è bevuto? Attendere prima di mettersi alla guida.

[wpdm_package id=’11942′]