DPI in grado di riconoscere dove si trova e cosa sta facendo un lavoratore e capaci di adattarsi alla situazione. Questo il futuro delle tecnologie indossabili che potrebbero essere sfruttate per migliorare la sicurezza sul lavoro. 

tecnologie indossabili

Gli indossabili tecnologici sono stati ben accolti dai consumatori e per il 2016 si prevede anche da parte delle imprese un avvicinamento a questo settore.

Particolarmente interesante è l’idea che arriva dai laboratori IBM di Haifa: sensori per dispositivi indossabili che consentono vari tipi di analisi nei luoghi di lavoro. Tali tecnologie potrebbero migliorare la sicurezza ed evitare problemi causati da incidenti. Si potrebbero creare ad esempio caschi, giubbotti e guanti in grado di capire dove si trova e cosa sta facendo un lavoratore, identificando situazioni a rischio quali ad esempio l’esposizione ad alte temperature o rumori pericolosi per l’udito, avvisando il lavoratore e i centri di controllo ancora prima del verificarsi di un incidente.

Nei laboratori di Haifa si stanno testando dei dispositivi indossabili pensati potenzialmente per le acciaierie o per chi lavora nell’estrazione mineraria e nel campo dell’agricoltura. Tramite questi dispositivi è possibile verificare in remoto movenze non corrette, sovraffaticamento, disidratazione ed altri parametri utili per prevenire situazioni pericolose.

Fonte: Globes.co