Spazi Confinati

L’addestramento a lavori in ambienti e spazi confinati si rivolge ai lavoratori che operano in un ambiente limitato e di difficile accesso, in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, anche a causa della possibile presenza di sostanze chimiche o altre condizioni di pericolo, come ad esempio la mancanza di ossigeno, gas o vapori tossici, incendi od esplosioni.

Una definizione generale di spazio confinato non è presente nella normativa vigente, ma sono esemplificate alcune tipologie luoghi di lavoro. Ad esempio rientrano tra i lavori in ambienti sospetti di inquinamento le lavorazioni eseguite in pozzi neri, fognature, cunicoli, camini, fosse, gallerie. Rientrano invece come spazi confinati nel medesimo decreto legislativo le tubazioni, canalizzazioni, vasche, serbatoi, recipienti, silos.