ISO 14001

ISO 14001. È prevista per Giugno 2015 la pubblicazione della nuova edizione della norma ISO 14001, per Sistemi di Gestione ambientale: nel mese di maggio 2014, infatti, la nuova edizione della norma è stata portata allo stadio di ISO/DIS (Draft International Standard) la cui valutazione – se dovesse avere esito positivo – verrà promossa a Final Draft  (ISO/FDIS) per giugno del 2015. Una volta pubblicata la nuova ISO 14001, inizia il periodo di transizione; le Organizzazioni certificate avranno un periodo di tre anni per adeguare il proprio Sistema di Gestione.

Le innovazioni per la nuova ISO 14001:2015

Come già è avvenuto per la 9001, ISO ha sottoposto a revisione la norma 14001 al fine di migliorare l’integrazione della gestione ambientale nei processi dell’organizzazione e sfruttarne al meglio le capacità.   La revisione della ISO 14001 si colloca nello scenario di grande cambiamento che  coinvolge la famiglia delle norme ISO sui Sistemi di Gestione e che ha come primo obiettivo quello di creare una comune “Hight Level Structure” tra le norme.

Il rinnovo dei requisiti pone un’attenzione particolare sui seguenti criteri

  • integrare pienamente gli aspetti ambientali e di business, attuali e futuri, nella pianificazione strategica ambientale;
  • prendere in considerazione rischi e opportunità in relazione agli aspetti ambientali significativi, ai requisiti di legge applicabili e a quelli presi liberamente in considerazione, al fine di ponderarli in modo preciso in fase di definizione degli obiettivi ambientali;
  • rafforzare l’orientamento verso gli stakeholder;
  • misurare ogni prestazione in funzione di ogni obiettivo ambientale, sulla base di specifici indicatori
  • analizzare e considerare maggiormente influenze e riflessioni sul ciclo di vita per tutte le attività e processi (design del prodotto, processi in outsourcing, integrazione di filiera, …)
  • orientare la comunicazione esterna in modo più spinto nei confronti di misure e prestazioni ambientali
  • monitorare il risultato della prestazione di un sistema di gestione ambientale in base agli obblighi derivanti dalla propria politica ambientale, come avviene oggi, e in aggiunta anche in base agli obiettivi strategici stabiliti dall’organizzazione in questo contesto
  • considerare i requisiti di complessità con sufficiente flessibilità, in funzione delle esigenze, dei rischi e delle opportunità per PMI e in generale per le organizzazioni.

La revisione della ISO 14001, rimasta praticamente invariata dalla sua pubblicazione nel 1996, se si eccettuano le lievi modifiche del 2004, introdurrà importanti cambiamenti che metteranno lo standard al passo coi tempi e con le sfide ambientali di oggi.