Il 12 marzo 2018, l’ISO, International Organization for Standardization, ha pubblicato l’annunciata Norma 45001:2018, “Occupational health and safety management systems – Requirements with guidance for use”.

La Norma è stata già adottata dall’UNI, Ente Italiano di Normazione, ed è quindi disponibile in lingua italiana. Sostituisce la BS OHSAS 18001:2007, pertanto, le organizzazioni già certificate 18001 dovranno migrare, nei prossimi tre anni, al nuovo modello di sistema di gestione secondo la 45001.

Lo standard si può applicare a qualsiasi organizzazione che intende volontariamente creare (se non è certificata) oppure adeguare (se è già certificata 18001) un sistema di gestione finalizzato a migliorare le condizioni di salute e di sicurezza sul lavoro.

Gli obiettivi principali sono: aumentare la capacità di previsione, prevenzione e protezione dai rischi professionali, eliminare o mitigare le probabili cause di infortuni e malattie professionali e puntare al miglioramento continuo delle prestazioni di sicurezza, andando oltre l’approccio meramente adempistico del soddisfacimento dei requisiti cogenti in materia -cioè degli obblighi dettati dal Decreto Legislativo 81/2008 e s.m.i., nonché dalla normativa in esso richiamata- e abbracciando, invece, un approccio sistemico, in grado di supportare l’organizzazione stessa nel raggiungimento dei risultati attesi, traendo motivazione dalla consapevolezza che lavorare in salute e in sicurezza significa accrescere la serenità dei lavoratori, migliorare le condizioni operative e, di conseguenza, stimolare la competitività aziendale.

Come le altre Norme ISO (ad es. la 9001:2015 per la qualità e la 14001:2015 sugli aspetti ambientali), anche la 45001:2018 segue l’approccio per processi e pretende l’incorporazione della policy per la salute e la sicurezza sul lavoro nella strategia generale dell’azienda, sforzandosi di considerare il contesto in cui essa opera e le parti interessate. Inoltre, per la corretta applicazione del sistema di gestione, affida importanza strategica sia all’impegno della leadership in tal senso che al grado di consapevolezza e di condivisione in seno all’organigramma funzionale, oltreché alla capacità di riesaminarsi e migliorarsi continuamente. Queste rappresentano evidentemente le novità più rilevanti rispetto alla precedente BS OHSAS 18001 che, pur costituendo una solida base sistemica, poggia parte prevalente del proprio modello sull’approccio per procedure interne.

Infine, la nuova Norma facilita l’integrazione dell’“oggetto” del sistema di gestione – la salute e la sicurezza dei lavoratori – con gli altri eventualmente esistenti nell’organizzazione -qualità, ambiente ecc.- in quanto ne armonizza i requisiti, le funzioni, le definizioni, e i metodi di approccio, consentendo da una parte lo snellimento documentale e dall’altra il coordinamento sostanziale dei processi di sistema.

Ecloga Italia S.p.A. si propone come valido partner per la progettazione di sistemi UNI ISO 45001:2018, sia per le organizzazioni che intendono compiere una migrazione da OHSAS 18001, che per quelle che vogliono compiere un’integrazione con altri sistemi ISO, o un’implementazione da SGSL UNI-INAIL, o certificarsi per la prima volta.

Per ulteriori informazioni o per richiedere un check up gratuito, compilare il seguente form.

Fonti:

International Organization for Standardization – ISO

Ente Italiano di Normazione – UNI

British Standards Institution – BSI