In caso di epidemia e/o rischio di pandemia, le autorità sanitarie e di protezione civile, dichiarano, quando necessario, lo stato di attenzione e di emergenza, e informano puntualmente la popolazione tramite i canali ufficiali e i mass media, indicando le misure da adottare per tutelare la salute dei cittadini e contenere la diffusione dell’agente biologico. Tali misure, assunte con il potere di ordinanza emergenziale di protezione civile, devono essere osservate e applicate in ogni contesto: lavorativo, sociale e privato. Ecco quindi le indicazioni precauzionali per i Lavoratori.

Il mancato rispetto di tali misure può comportare, nei casi previsti dalle ordinanze medesime, provvedimenti disciplinari con rilevanza penale per i trasgressori. Ciò è quanto sta avvenendo in Italia attualmente per la gestione dell’emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus COVID-19, virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto o l’inalazione delle goccioline del respiro delle presone infette, e che provoca quali principali sintomi: febbre, tosse e mal di gola, fiato corto, sintomi gastrointestinali e dissenteria, insufficienza renale, polmonite e difficoltà respiratorie nei casi più gravi.

Nelle manifestazioni epidemiche, oltre alle misure di salute pubblica imposte dalle autorità nazionali e locali, la corretta gestione della situazione dipende anche in maniera significativa dal comportamento individuale di ciascuno. Ciò ovviamente vale anche in ambito professionale o lavorativo. Pertanto, riteniamo utile riportare di seguito le principali norme comportamentali che ciascun lavoratore deve osservare. È necessario, inoltre, estendere tali indicazioni anche a collaboratori o lavoratori autonomi e imprese appaltatrici o fornitrici.

Le principali norme comportamentali di carattere generale da osservare nel tempo ordinario o di pace:

  • Quando previsti, utilizza correttamente i Dispositivi di Protezione Individuale e gli indumenti da lavoro;
  • Informati con il tuo Medico Curante, o con il Medico Competente aziendale in occasione della visita di idoneità o periodica, se esiste un vaccino stagionale o specifico e se rientri nelle categorie a rischio per le quali è consigliata la vaccinazione. Valuta l’opportunità della vaccinazione con il Medico. Allo stato attuale, per il nuovo Coronavirus COVID-19 non è ancora disponibile profilassi;
  • Pratica una corretta igiene personale e della postazione lavorativa, nonché degli ambienti domestici e di vita in genere;
  • Se devi affrontare un viaggio all’estero, consulta preventivamente la scheda del Paese di destinazione disponibile sul sito web dell’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri, rispettane le precauzioni, registra il tuo viaggio, e assicurati di essere prontamente reperibile telefonicamente;

Le principali norme comportamentali da attuare in situazione di attenzione o di emergenza come la fase attuale:

  • Segui scrupolosamente tutte le indicazioni delle autorità sanitarie e di protezione civile e seguine gli aggiornamenti;
  • Tieniti costantemente informato/a consultando i siti web ufficiali e i comunicati istituzionali di: Ministero della Salute, Regione, Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Qui troverai informazioni attendibili sulla sintomatologia e contagiosità dell’epidemia, nonché sull’evoluzione e sull’aggiornamento delle misure di salute pubblica intraprese, su eventuali aggiornamenti riguardanti le zone in isolamento temporaneo e su ogni ulteriore misura al momento necessaria oppure superata;
  • Non frequentare i luoghi ritenuti “focolai” di trasmissione e le zone immediatamente adiacenti;
  • Evita di soffermarti in zone affollate e in assembramenti di persone in genere;
  • Osserva le disposizioni che l’azienda ha predisposto per la gestione dell’emergenza sanitaria, con particolare riferimento alle possibili turnazioni in ufficio e alla modalità di “lavoro agile” o “smart working”;
  • Nelle relazioni sociali e di lavoro, evita di stringere la mano e mantieni almeno un metro di distanza dagli altri interlocutori;
  • Alla postazione di lavoro, osserva un adeguato distanziamento dagli altri colleghi (almeno un metro);
  • Quando possibile, preferisci le scale all’ascensore, specie se di piccole dimensioni;
  • Nell’arco della giornata o del turno di lavoro, se possibile, apri periodicamente le finestre o le porte per consentire l’areazione degli ambienti;
  • Se presenti sintomi o se hai una persona sintomatica in casa, evita di uscire e di condividere oggetti personali, evita l’uso di impianti di ventilazione d’aria, non andare e/o non portarla al Pronto Soccorso o dal Medico, ma chiama il Medico (o il Pediatra in caso di bambini) oppure i numeri dedicati, e fornisci tutte le informazioni che ti vengono richieste. In caso sia necessario richiedere il soccorso pubblico, chiama il NUE 112; per semplici informazioni chiama, invece, i numeri verdi che le autorità hanno attivato;
  • Pratica una corretta igiene personale. In particolare:
    • Lavati spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi, oppure, se sei in movimento e non hai la possibilità di lavarti le mani, allora usa un disinfettante per mani a base di alcol;
    • Alla sera, usa creme emollienti protettive ipoallergeniche per le mani;
    • Tossisci o starnutisci all’interno del gomito flesso oppure coprendoti bene con un fazzoletto usa e getta, avendo cura di cestinarlo correttamente;
    • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani;
    • Pulisci le superfici delle attrezzature con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  • Sii consapevole che la mascherina di tipo “chirurgico” non è un dispositivo di protezione individuale. Può servire, in casi di sospetta infezione o in quarantena domiciliare, per ridurre la probabilità di trasmettere il virus ad altre persone, o come ulteriore misura precauzionale rispettosa di terzi, se per esempio assisti o convivi con una persona già affetta da altre patologie. Dispositivi di Protezione Individuale sono le mascherine FFP2 e FFP3, indicate per operatori deliberatamente esposti al rischio, da utilizzare in abbinamento ad altri DPI (quali occhiali protettivi, guanti monouso etc.), osservando adeguate procedure di vestizione, svestizione, smaltimento e approvvigionamento;
  • Non assumere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal tuo Medico;
  • Non farti prendere dal panico, vivi e lavora prestando attenzione, ma con serenità! Le emergenze sanitarie, infatti, si affrontano e si superano insieme, senza immotivate fobie, con la giusta ed equilibrata attenzione e collaborazione tra istituzioni, aziende, lavoratori e cittadini! Buon lavoro!

I numeri telefonici utili e di soccorso:

  • Numero di pubblica utilità del Ministero della Salute: 1500
  • Numero Verde della Regione Lombardia: 800 89 45 45
  • Numero Unico d’Emergenza NUE: 112

I siti web informativi ufficiali sull’emergenza coronavirus 2019-2020:

Il sito web informativo ufficiale sulla sicurezza dei viaggi internazionali:

Apri chat
Ciao! Se hai bisogno, chatta con noi!
Ciao! Come possiamo aiutarti?