E’ entrato in vigore, fino al 30 settembre, il nuovo Dpcm 7 Settembre. Le disposizioni restano simili a quanto indicato nel Dpcm del 7 agosto, solo con qualche novità.

Viene generalizzato l’obbligo di indossare la mascherina nell’orario dalle 18 alle 6 nei luoghi aperti al pubblico, dove c’è rischio di assembramenti.  Viene inoltre confermato l’obbligo sull’intero territorio nazionale di usare la mascherina nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.

Confermata anche l’ordinanza del 12 agosto firmata dal ministro Speranza sull’obbligo di tampone per chi rientra dai 4 Paesi già indicati in precedenza come più a rischio: Grecia, Malta, Spagna e Croazia.

Il Dpcm 7 Settembre recepisce le prescrizioni contenute nell’ordinanza del ministro della Salute sui rientri, compreso l’obbligo di quarantena per chi arriva dalla Romania e dalla Bulgaria, e conferma anche il divieto di ingresso dagli Stati inseriti nella black list che attualmente comprende 16 Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro e Kosovo.

Mezzi pubblici e scuolabus: le novità del Dpcm 7 Settembre

Nel Decreto viene stabilito che la capienza di autobus, metropolitane e treni regionali potrà arrivare all’80% dei posti per i passeggeri, se saranno garantiti efficaci sistemi di aerazione e ricambio dell’aria, estension necessaria in vista della prossima riapertura delle scuole, dove è già previsto che gli scuolabus potranno viaggiare pieni ma solo se la permanenza a bordo dei ragazzi non supererà i 15 minuti. Mascherina obbligatoria mentre si sale a bordo.

Nessuna apertura per discoteche e stadi. Resta in vigore l’ordinanza del ministro Speranza sulla chiusura delle discoteche. Le partite di calcio continuano a disputarsi a porte chiuse senza pubblico. Infine, si aggiunge la possibilità per chi si trova all’estero di rientrare in Italia per raggiungere “la persona con cui ha una stabile relazione affettiva, anche se non convivente”.

Ricordiamo inoltre di seguire la pagina dedicata all’emergenza in cui vengono riportate tutte le ultime disposizioni Coronavirus qui.

Infine segnaliamo la presenza del nostro e-store in cui acquistare tutti i prodotti utili a fronteggiare l’emergenza.

Apri chat
Ciao! Se hai bisogno, chatta con noi!
Ciao! Come possiamo aiutarti?