Il riscaldamento ad infrarossi è uno strumento molto efficace per riscaldare gli spazi esterni di bar, ristoranti e altri luoghi di ritrovo.

Lampade ad infrarossi - Rischio da esposizione a radiazioni ottiche artificiali

Il calore localizzato, infatti, crea un microclima favorevole anche durante l’inverno, permettendo di sfruttare gli spazi esterni durante tutto l’anno e non solo nelle stagioni più calde.

La Direttiva UE 2006/25 Direttiva del Consiglio sulle norme minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (radiazioni ottiche artificiali) recepita dal Titolo VIII capo V del D.lgs 81/08 fissa specifici limiti per esposizione oculare a radiazione infrarossa; tali limiti rappresentano il valore di esposizione al di sopra del quale il rischio è inaccettabile per un soggetto esposto, per possibile insorgenza di danno termico corneale e catarattogenesi.

L’ASL di Siena ha condotto un indagine strumentale su 10 riscaldatori di marche differenti (consultabile qui) ed è emerso, tra le altre cose, che le distanze alle quali le radiazioni ottiche emesse dai riscaldatori risultano innocue variano fra un metro e tre metri (si tenga presente che a 80cm di distanza l’esposizione diretta dell’occhio alla sorgente può comportare un rischio di danno termico in un tempo che, a seconda del modello misurato, può variare da poche decine di secondi a qualche minuto).

Anche nelle posizioni normalmente occupate dalla clientela dei servizi di ristorazione esaminati le emissioni di radiazioni ottiche sono risultate superiori ai limiti stabiliti dalla vigente normativa.

È possibile limitare il rischio per lavoratori e clientela informandosi attraverso il venditore e/o il manuale d’uso sulla corretta modalità di istallazione dell’attrezzatura al fine di rispettare le distanze di sicurezza in base alle geometrie del locale; il sistema indubbiamente più efficace per stabilire il livello di rischio rimane comunque la misurazione strumentale nel luogo di lavoro specifico.

Contatta Ecloga Italia SpA per maggiori informazioni, un consulente tecnico sarà a tua disposizione per qualsiasi chiarimento.

Fonte: P.A.F – Portale Agenti Fisici

[wpdm_package id=’17152′]