Articoli della categoria: Approfondimenti

Coronavirus: indicazioni precauzionali per i Lavoratori

In caso di epidemia e/o rischio di pandemia, le autorità sanitarie e di protezione civile, dichiarano, quando necessario, lo stato di attenzione e di emergenza, e informano puntualmente la popolazione tramite i canali ufficiali e i mass media, indicando le misure da...
Emissioni in atmosfera: cosa fare?

Emissioni in atmosfera: cosa fare?

Le emissioni in atmosfera sono una delle principali cause di inquinamento atmosferico causato dall'attività delle aziende produttive. Si definisce inquinamento atmosferico una modificazione dell’aria, dovuta all'introduzione nella stessa di una o più sostanze in grado...

Smog: cos’è, come si forma e cosa comporta

Smog: cos’è, come si forma e cosa comporta

L’inquinamento atmosferico delle aree urbane è comunemente detto smog, parola derivante dall'accoppiamento delle due parole inglesi smoke (fumo) e fog (nebbia). Si possono distinguere due tipi di smog con caratteristiche differenti: smog tipo Londra (Smog Londra o...

Addetti antincendio: normativa e formazione

Addetti antincendio: normativa e formazione

Gli addetti aziendali all'antincendio e alla gestione delle emergenze Il Datore di Lavoro e, se presenti, i Dirigenti che organizzano e dirigono l’attività secondo le attribuzioni conferitegli, devono provvedere a designare preventivamente gli addetti antincendio,...

Privacy e vacanze: alcune regole da non dimenticare

Privacy e vacanze: alcune regole da non dimenticare

Estate, caldo. voglia di riposare e di spensieratezza. Ma non per questo bisogna dimenticarsi di tutelare la propria privacy. E allora ecco un vademecum pubblicato dal Garante della Privacy denominato “Estate in privacy*” che propone un elenco di consigli utili per la...

La valutazione dei rischi e le differenze di genere

La valutazione dei rischi e le differenze di genere

Secondo l’articolo 17, comma 1, lettera a), deve essere effettuata una valutazione che “deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori […], nonché quelli connessi alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi, […]”. La...

Lavoro notturno: rischi per la salute e la sicurezza

Lavoro notturno: rischi per la salute e la sicurezza

Secondo il D.Lgs. 8 aprile 2003 n.66, il periodo notturno è definito come “periodo di almeno sette ore consecutive comprendenti l’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino”. Mentre per lavoratore notturno si intende: Qualsiasi lavoratore che durante il...