Stare seduti tutto il giorno davanti al computer può affaticare il corpo, soprattutto se non si utilizzano sedie ergonomiche, contribuendo a lungo andare all’insorgenza di una serie di problematiche posturali che si potrebbero evitare adottando dei semplici accorgimenti di natura ergonomica. Inoltre, studi recenti dimostrano che evitare posture prolungate durante il lavoro d’ufficio si traduce in vantaggi significativi a lungo termine; risulta quindi necessario permettere al corpo di muoversi, in modo da garantire una corretta circolazione sanguigna a beneficio del nostro organismo.

Le aziende di settore che si occupano di sedie e sedute ergonomiche stanno cercando soluzioni innovative per contrastare l’insorgenza di problematiche legate ad una postura errata. Un esempio è rappresentato dall’immagine seguente: La conformazione del sedile “obbliga” l’utilizzatore ad una postura meno stressante per il rachide, questo a discapito degli arti inferiori sui quali viene concentrata tutta la forza relativa.

sedia ergonomica

Purtroppo, senza entrare nel merito dei presunti vantaggi che le sedie ergonomiche del tipo illustrato nell’immagine sopra riportata possono portare a livello di comfort, per quanto riguarda l’attività svolta a videoterminale, secondo quanto prescritto dal titolo VII del D.lgs. 81/08 e dall’allegato XXXIV, esse non possono ad oggi essere considerate conformi alla normativa vigente. Vediamo che caratteristiche deve avere una sedia conforme alla normativa.

Caratteristiche sedie ergonomiche a norma di legge per la sicurezza sul lavoro

Il decreto D.lgs. 81/08 indica per tutte le attrezzature utilizzate dai  videoterminalisti (schermo, testiera, dispositivi di puntamento, piano di lavoro, porta documenti e sedie) alcuni specifici requisiti. Parlando di sedie ergonomiche, specifichiamo che la sedia è ritenuta conforme se presenta le seguenti caratteristiche:

  • base di appoggio a terra stabile dotata di cinque razze dotate di ruote;
  • meccanismo di regolazione per adattare la seduta all’utilizzatore;
  • possibilità di ruotare la seduta;
  • facilmente spostabile secondo le necessità dell’utilizzatore;
  • dotata di schienale regolabile in altezza ed in inclinazione, con un corretto supporto lombare;
  • con una seduta adeguata alle caratteristiche fisiche dell’utilizzatore;

Di seguito un esempio di sedia conforme.

sedia ergonomica

Ricordiamo che, anche se una sedia ergonomica confortevole, e soprattutto a norma, facilita il lavoro e tutela la salute, per i videoterminalisti resta fondamentale rispettare alcune regole relative alla salute e sicurezza sul lavoro, ovvero svolgere una pausa di 15 minuti ogni 120 minuti di attività continuativa per distendere muscoli e non affaticare la vista.

Possibili sanzioni in caso di inadempienze

La normativa vigente, ovvero il D.lgs. 81/08, all’articolo 178 comma 1 lett, a) prevede che, in caso di inadempienza nell’ambito della tutela dei diritti dei lavoratori videoterminalisti, il datore di lavoro sia punibile con l’arresto da tre a sei mesi o l’ammenda da 3.071,27 a 7.862,44 euro. Questo comporta che anche se il videoterminalista approva e ritiene comodo l’utilizzo di sedie innovative o di forma particolare, queste non possano essere utilizzate e anzi comportino un rischio sanzionabile per il datore di lavoro.

In conclusione, il datore di lavoro dovrà, quindi, prevedere una valutazione del rischio dettagliata in merito alla postazione di lavoro e alle condizioni ergonomiche adottando misure di prevenzione e protezione volte alla riduzione del rischio riguardante i lavoratori videoterminalisti.

Apri chat
1
Buongiorno, se ha bisogno clicchi qui!
Ecloga Italia S.p.A.
Benvenuto! Come possiamo aiutarla? Un nostro esperto è disponibile in tempo reale.