Analisi e Monitoraggi

Le analisi e i rilievi strumentali in ambito di igiene e sicurezza sul lavoro permettono di valutare molteplici rischi in base a quanto stabilito dal D.Lgs 81/2008 e dal DLgs 152/2006.

Determinazione di inquinanti aerodispersi negli ambienti di lavoro

Per determinare la reale esposizione agli agenti chimici aerodispersi negli ambienti di lavoro e generati dalle attività produttive (ad esempio fumi di saldatura, nebbie oleose, ecc) è necessario effettuare specifici campionamenti.

Tale adempimento, dettato dal D.Lgs 81/2008 art.225 comma 2, si può applicare in tutti gli ambienti di lavoro nei quali c’è anche solo un sospetto di inquinamento.

Determinazione della concentrazione di Radon negli ambienti di lavoro

Il Radon è un gas naturale molto pericoloso che viene rilasciato dal terreno ed è grado di depositarsi sulle superfici dei tessuti dell’apparato respiratorio, contribuendo all’insorgere di forme tumorali a carico dei polmoni. Attraverso la misurazione della concentrazione di Radon nei vari ambienti è possibile stabilire eventuali superamenti dei limiti stabiliti e quindi agire di conseguenza.

Si rivolge alle aziende che prevedono attività prolungata in locali interrati/seminterrati.

Calcolo indice di degrado coperture in cemento amianto

Consente di valutare lo stato di conservazione, attraverso una ispezione visiva, delle coperture in cemento amianto per stabilire se e in che tempi è necessario provvedere alla bonifica/incapsulamento.

Si rivolge alle aziende che possiedono una copertura in amianto la cui superficie appare integra (crepe, fessure evidenti o rotture inferiori al 10% dell’estensione totale della superficie).

Analisi acque reflue

L’Analisi delle Acque Reflue ha lo scopo di verificare la conformità delle acque riversate in fognatura, corsi di acque superficiali o in falda attraverso l’analisi di un campione messo a confronto coi parametri consentiti dalla legge.

Il servizio è rivolto alle aziende che producono scarichi derivanti dalle attività produttive e quindi soggetti ad autorizzazione.

Analisi emissioni in atmosfera

Il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (testo unico ambientale) prevede che tutte le emissioni in atmosfera ritenute rilevanti vengano analizzate attraverso specifici campionamenti.

Si rivolge alle attività che emettono sostanze in atmosfera (es. carrozzerie, officine meccaniche, ecc).

Analisi rifiuti

Il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (testo unico ambientale) prevede che il produttore classifichi i propri rifiuti. Per fare questo può essere necessaria una analisi degli stessi.

Si rivolge a tutte le aziende che hanno la necessità di classificare i rifiuti di origine incerta.

MUD

Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD), istituito con la Legge n. 70/1994, è un modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti dalle attività economiche, quelli raccolti dal Comune e quelli smaltiti, avviati al recupero o trasportati nell’anno precedente la dichiarazione.

Il modello va presentato di norma entro il 30 aprile di ogni anno. Contattaci per capire se sei soggetto o meno a questo obbligo.

Possiamo supportarti nell'adempimento degli obblighi normativi!