“Abbassa l’indice” è il nome della campagna di promozione della sicurezza per l’abbassamento degli indici infortunistici promossa dall’ATS Brianza e INAIL Monza e rivolta a un campione selezionato di aziende.

Il campione di aziende è stato infatti estratto dai Flussi Informativi INAIL – Coordinamento delle Regioni tra le aziende che hanno un Tasso infortunistico di Frequenza superiore alla mediana delle Ditte con infortuni del proprio comparto di attività lavorativa e/o un Tasso di infortuni Gravi significativo.

Perché la promozione di questo Piano Mirato di Prevenzione?

  • Per il numero elevato di infortuni sul lavoro accorsi nella provincia di Monza e della Brianza e riconosciuti da INAIL nel 2015 (gli infortuni sono stati più di 5800 e di questi 623 hanno comportato dei postumi permanenti di vario grado per i lavoratori).
  • per perseguire l’obiettivo indicato nel Piano Regionale della Prevenzione 2015 – 2018 dalla Regione Lombardia, ovvero di ridurre del 25% gli infortuni sul lavoro.

Il progetto si articola come segue:

  • le aziende campione hanno ricevuto una scheda di autovalutazione del proprio sistema di prevenzione e sono state invitate a compilarla sul portale web dell’ATS Brianza (fase conclusa il 28/02/17);
  • compilazione ed invio alla ATS da parte delle Aziende della scheda sintetica di aggiornamento annuale per il quinquennio 2017 – 2021. Il monitoraggio degli indicatori nel quinquennio, permetterà di verificare l’idoneità delle misure di prevenzione adottate. La scheda con i dati aggiornati andrà presentata entro il 30 gennaio di ogni anno dal 2018.
  • Il Servizio PSAL condurrà anche una campagna di vigilanza mirata. Le prime Aziende monitorate verranno individuate tra quelle che non hanno effettuato la compilazione on-line della scheda di autovalutazione. Verranno inoltre scelte alcune aziende tra quelle che hanno provveduto all’invio della scheda compilata per una verifica diretta delle modalità di funzionamento dell’organizzazione per la sicurezza e dell’eventuale adozione di un modello di organizzazione e gestione per la salute e sicurezza sul lavoro.

Sul sito dell’ATS Brianza è possibile consultare/scaricare il materiale della campagna, utile anche alle Aziende non interessate dal piano di Monitoraggio che abbiano l’interesse di effettuare la autovalutazione.

La scheda di autovalutazione è articolata in 13 “indicatori”, per ognuno dei quali sono stati identificati 4 livelli di applicazione:

  • Politica di Salute e Sicurezza
  • Modello di Organizzazione/Sistema di Gestione
  • Analisi infortuni e “near miss”
  • Valutazione rischio uso macchine e attrezzature
  • Manutenzione dispositivi di sicurezza e attrezzature
  • Procedure Operative per il governo del rischio residuo
  • Valutazione rischio chimico
  • Aggiornamento del DVR a seguito di infortunio “significativo”
  • Presenza di programma di miglioramento
  • Coinvolgimento RLS
  • Presenza di Piano di Formazione Aziendale
  • Verifica efficacia della formazione
  • Gestione casi di idoneità con limitazioni/prescrizioni

L’attribuzione di un punteggio contribuisce a determinare il livello di attenzione aziendale con l’eventuale necessità migliorative:

Abbassa L'indice

L’ATS Brianza ha inoltre messo a disposizione un file in Excel che può essere utilizzato come strumento per effettuare un’analisi strategica di intervento. Riportando nel file le risposte della scheda di autovalutazione è infatti possibile visualizzare in un grafico (“radar”) le aree di maggior forza aziendale e quelle invece dove sono necessarie azioni di miglioramento.

Abbassa L'indice

Sul sito dell’ ATS Brianza è possibile consultare e scaricare i documenti del progetto:

  • Scheda autovalutazione per le Aziende
  • Sitografia
  • Scheda aggiornamento annuale anche in Versione Excel per identificare i punti di forza e di debolezza del sistema di gestione aziendale e per monitorare l’andamento degli interventi specifici al fini della riduzione degli indici infortunistici.

[wpdm_package id=’19512′]