Il Natale è la Festa più amata e attesa dalla maggior parte dei bambini, lunghe (e dettagliate!) le liste dei giocattoli che vorrebbero ricevere in dono. Non sempre però i giocattoli che possono essere trovati in commercio possono essere considerati giocattoli sicuri, è quindi bene soffermarsi a riflettere su quali giochi scegliere per non mettere a repentaglio l’incolumità dei bambini.

Diverse sono le fonti che in questo periodo dell’anno forniscono utili indicazioni su cosa controllare quando si acquista un giocattolo, eccone alcune su cosa occorre prestare maggior attenzione.

Dal punto di vista normativo, si definiscono giocattoli “gli articoli progettati o destinati in modo esclusivo o meno, ad essere utilizzati per fini di gioco da bambini di età inferiore a 14 anni”.

I principali rischi a cui possono essere esposti i bambini che giocano con giocattoli non sicuri sono:

  • Rischio di soffocamento/strangolamento, di norma per la presenza di piccole parti che possono staccarsi ma non solo. Presentano tali rischi anche alcune tipologie di imballaggi (ad es. fogli/film di plastica), palloncini non gonfiati o rotti, corde o lacci svolazzanti che possono portare allo strangolamento, ecc…
  • Rischio chimico per la presenza di sostanze chimiche vietate (ad es. ftalati, piombo, benzene, cromo VI e altri metalli pesanti). Tutto quello che ha un odore percepibile è segnale della presenza di una sostanza chimica; si tratta di sostanze volatili, spesso indice di cattive pratiche industriali o di successiva contaminazione.
  • Rischio microbiologico dovuto a ingestione, inalazione o contatto con elementi contaminati. Un esempio? Alcune bolle di sapone possono presentare questo rischio derivante dalla presenza di acqua contaminata. Il Ministero della Salute indica che il pericolo è correlato alla possibilità che il liquido contaminato (solitamente da batteri) sia ingerito, inalato, entri in contatto con la pelle o con le mucose.

Le regole per garantire la sicurezza dei giocattoli nei mercati europei esistono, in particolare il D.Lgs. 54/2011 fissa i requisiti generali, correlati alla concezione, costruzione e composizione del giocattolo. Le norme UNI EN 71 stabiliscono una serie di principi generali di sicurezza che, in alcuni casi, possono essere facilmente verificati anche dagli adulti (non solo in caso di acquisto di un gioco nuovo ma anche per verificare la sicurezza di quelli già utilizzati), ad esempio è importante controllare che:

  • i giocattoli non presentino spigoli vivi e bordi taglienti;
  • le parti sporgenti che potrebbero comportare rischi di perforazione devono essere protette;
  • i meccanismi di apertura e chiusura devono avere dei dispositivi di bloccaggio automatico per evitare lo schiacciamento accidentale;
  • le eventuali molle e gli altri meccanismi in movimento non devono essere accessibili alle dita;
  • le cuciture e le parti applicabili devono resistere agli strappi;
  • i giocattoli da portare alla bocca e quelli con piccole parti che si possono staccare devono avere dimensioni tali da non poter essere ingeriti dal bambino;
  • i giocattoli come le tende, le casette dove il bambino vi può entrare, devono avere aperture/fori di ventilazione e porte apribili con sforzo minimo.

In fase di acquisto:

  • rivolgetevi a rivenditori di fiducia, diffidate di prezzi troppo bassi!
  • leggete con attenzione le avvertenze, le istruzioni per l’uso dei giocattoli, le indicazioni per il montaggio e la manutenzione, gli avvertimenti sulla fascia di età dei bambini utilizzatori che devono essere in italiano. Tali informazioni non vanno buttate con l’imballaggio ma devono essere conservate!
  • Verificate sempre che sia presente la marcatura C che deve essere apposta in modo visibile, leggibile e indelebile sul giocattolo o su un’etichetta affissa o sull’imballaggio. Ovviamente, anche il marchio C, come tutti i marchi, può essere contraffatto o apposto in modo illegittimo, ad esempio può essere facilmente confuso con il marchio CE che sta invece per China Export. Ecco come riconoscerli:

Giocattoli sicuri marchio CE

  • Verificate che siano indicati il nome e l’indirizzo del produttore, dell’importatore o del distributore. Sono informazioni indispensabili per poterlo contattare nel caso in cui il giocattolo dovesse presentare qualche problema. Diffidate dai giocattoli in cui mancano queste indicazioni.
  • Scegliete sempre giocattoli adatti all’età e alle capacità del bambino. I giocattoli non adatti all’età del bambino possono essere pericolosi per la sua salute. In particolare seguite le indicazioni riportate nell’avvertenza “non adatto ai bambini di età inferiore ai 36 mesi.

Immagine

  • La presenza di alcuni marchi (volontari, non previsti obbligatoriamente per legge) come quelli sotto riportati, sono una ulteriore garanzia di sicurezza in quanto indicano che il giocattolo è stato sottoposto a test di sicurezza (prove elettriche, prove d’infiammabilità, prove fisiche e meccaniche, analisi chimiche ecc.)

Marchio Giocattoli sicuri

Purtroppo, malgrado le regole, le attività di sorveglianza riscontrano frequentemente la presenza di giocattoli non sicuri, anche se marcati CE, spesso provenienti da Paesi Extraeuropei.

Tra i siti consultabili per poter avere evidenza di giocattoli pericolosi, si possono citare:

  • Ministero della salute – banca dati prodotti pericolosi: sono segnalati prodotti pericolosi (non solo giocattoli) prevalentemente per rischi per la salute, come per la presenza di sostanze chimiche ritenute pericolose
  • Rapex: è il sistema di allarme rapido dell’UE che facilita lo scambio rapido di informazioni tra gli Stati membri e la Commissione sulle misure adottate per impedire o limitare la commercializzazione o l’uso di prodotti che presentano un rischio grave per la salute e la sicurezza dei consumatori, con l’eccezione di alimentare, farmaceutico e dei dispositivi medici, che sono coperti da altri meccanismi. Anche in questo caso è presente una banca dati consultabile per categorie.
  • Watch – world against toys causing harm: è il sito di una organizzazione non-profit dedicata a educare il pubblico sui prodotti per bambini pericolosi e proteggere i bambini dai pericoli.

Cosa fare se avete il sospetto che si tratti di merce contraffatta o non sicura?

Segnalate il caso alle autorità competenti:

  • Guardia di Finanza 117
  • Questura 113
  • Carabinieri 112
  • Camera di Commercio
  • Call center Anticontraffazione – Ministero dello Sviluppo Economico 06-47055800

[wpdm_package id=’17697′]