E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea n. L.81/51 del 31 marzo 2016 il Regolamento UE DPI 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016 riguardante i dispositivi di protezione individuale.

Nuovo Regolamento UE DPI

 

Il nuovo regolamento UE DPI abroga la direttiva 89/686/CEE del Consiglio e stabilisce requisiti per la progettazione e la fabbricazione dei dispositivi di protezione individuale (DPI) che devono essere messi a disposizione sul mercato, al fine di garantire la protezione della salute e della sicurezza degli utilizzatori, e stabilisce norme sulla libera circolazione dei DPI nell’Unione.

Il nuovo regolamento (art. 2) si applica ai dispositivi di protezione individuale (DPI) tranne per quelli che sono:

  • a) progettati specificamente per essere usati dalle forze armate o nel mantenimento dell’ordine pubblico;
  • b) progettati per essere utilizzati per l’autodifesa, ad eccezione dei DPI destinati ad attività sportive;
  • c) progettati per l’uso privato per proteggersi da condizioni atmosferiche non estreme o da umidità e acqua durante la rigovernatura;
  • d) da utilizzare esclusivamente su navi marittime o aeromobili oggetto dei pertinenti trattati internazionali applicabili negli Stati membri;
  • e) per la protezione della testa, del viso o degli occhi degli utilizzatori, oggetto del regolamento n. 22 della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite concernente prescrizioni uniformi relative all’omologazione dei caschi e delle relative visiere per conducenti e passeggeri di motocicli e ciclomotori.

I DPI sono messi sul mercato solo se soddisfano il nuovo regolamento e non mettono a rischio la salute o la sicurezza delle persone, gli animali domestici o i beni e devono soddisfare i requisiti essenziali di salute e di sicurezza, di cui all’allegato II, ad essi applicabili.

Il nuovo regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Esso si applica a decorrere dal 21 aprile 2018, ad eccezione:

  • a) degli articoli da 20 a 36 e dell’articolo 44, che si applicano a decorrere dal 21 ottobre 2016;
  • b) dell’articolo 45, paragrafo 1, che si applica a decorrere dal 21 marzo 2018.

Il regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fonte: EdilPortale