Sindrome Sgombroide

Sindrome Sgombroide

La sindrome SGOMBROIDE è un’intossicazione alimentare causata dall’ingestione di alcune tipologie di pesci contenenti un’alta concentrazione di ISTAMINA, dall’aspetto visivo e organolettico buono, non alterato.

L’istamina non è altro che la trasformazione avvenuta dopo la morte dei pesci dell’ISTIDINA (un aminoacido presente nella muscolatura dei pesci) dovuta alla mal conservazione degli stessi.

I prodotti ittici più ricchi di Istidina e quindi più a rischio sono:

  • Tonni
  • Sgombri
  • Sardine
  • Acciughe

I sintomi più comuni della sindrome sgombroide sono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Vertigini
  • Cefalea
  • Tachicardia
  • Iper-ipo tensione

Per questo motivo tutte le attività che somministrano i prodotti ittici in questione devono avere all’interno del proprio manuale di autocontrollo una procedura per la corretta gestione e conservazione del pesce a temperature inferiori a 4 gradi durante tutta la catena del freddo per la prevenzione della sindrome sgombroide.

[wpdm_package id=’15840′]